Italiani giovanili pista: L’Emilia Romagna bissa il successo dell’anno scorso

5 titoli tricolori, 8 medaglie d’argento e 5 di bronzo sono valse all’Emilia Romagna per bissare il successo dell’anno scorso e confermarsi al vertice della classifica dei Campionati Italiani Giovanili su pista. Un medagliere, questo, che poteva contare più titoli e addirittura un podio, quello della corsa a punti donne allieve, completamente targato Emilia Romagna, ma che per regolamenti e decisioni del Collegio di Giuria, così non è stato. Un successo meritato quello della Regione del Presidente Giorgio Dattaro che assieme al Consiglio Regionale e alla Struttura Tecnica Regionale sostiene la multidisciplinarità. In campo ben 49 atleti giallo rossi, tanti per dare la possibilità di formarsi e tararsi anche su appuntamenti che non siano esclusivamente regionali. La rappresentativa è stata coordinata dal Presidente della Struttura Tecnica Regionale Massimo Casadei che con i tecnici di categoria e i meccanici, ha varcato più volte il primo gradino del podio. <I titoli tricolori, nonché le 13 medaglie ci inorgogliscono e sono la testimonianza che il lavoro paga sempre. I nostri ragazzi, infatti, sono stati seguiti dai tecnici della regione in diversi raduni regionali su pista per provare al meglio le specialità e fare squadra, ma sono soprattutto l’espressione che il ciclismo delle squadre della nostra regione è un ciclismo vivo, che ha voglia di crescere ed emergere. Purtroppo siamo stati penalizzati nella velocità a squadra degli allievi a causa di un regolamento che, a mio parere, dovrebbe essere rivisto e dalla decisione della Giuria di escludere dalla classifica finale due atlete della nostra regione nella corsa a punti, ma ci portiamo a casa l’entusiasmo e l’impegno di far provare ai nostri ragazzi le più svariate esperienze. Correre come Emilia Romagna è già un risultato più che soddisfacente e bissare la classifica di un campionato italiano su pista non è facile ma neanche impossibile>. Sono queste le parole del Presidente Giorgio Dattaro che non manca di ringraziare tutti gli atleti della rappresentativa, le società di appartenenza, la Polisportiva Dalmine per la riuscita dell’evento, lo staff della STR che ha curato ogni minimo dettaglio e in particolar modo i centri della pista di Cento, Fiorenzuola e Forlì che rappresentano un importante punto di riferimento per tutto il movimento ciclistico della regione.  

 

TITOLI ITALIANI

Corsa a punti donne allieve: Sofia Collinelli (VO2 Team Pink)

Americana Allievi: Noah Guarinelli e Mattia Pinazzi (SC Torrile)

Inseguimento a squadre allievi: Davide Dapporto (SC Cotignolese), Sebastian David Kajamini (SC San Lazzaro), Noah Guarinelli (SC Torrile), Mattia Pinazzi (SC Torrile)

Inseguimento a squadre donne Allieve: Giorgia Mosconi (Re Artù Factory Team), Alessia Patuelli (Re Artù Factory Team), Giulia Affaticati (VO2 Team Pink), Sofia Collinelli (VO2 Team Pink)

Inseguimento individuale donne allieve: Sofia Collinelli (VO2 Team Pink)

 

MEDAGLIE D’ARGENTO

Keirin donne allieve: Giorgia Mosconi (Re Artù Factory Team)

Velocità donne esordienti: Silvia Bortolotti (VO2 Team Pink)

Inseguimento Individuale Allievi: Noah Guarinelli (SC Torrile)

Corsa a punti donne esordienti: Silvia Bortolotti (VO2 Team Pink)

Velocità a squadra allievi: Samuele Barbato (UC Sozzigalli), Giacomo Gelati (Ciclistica 2000), Mattia Pinazzi (SC Torrile)

Corsa a punti allievi: Samuele Barbato (UC Sozzigalli)

Velocità Allievi: Giacomo Gelati (Ciclistica 2000)

Americana Allievi: Davide Dapporto (SC Cotignolese), Sebastian David Kajamini (SC San Lazzaro)

 

MEDAGLIE DI BRONZO

Velocità donne esordienti: Carlotta Cipressi (SC Forlivese)

Inseguimento individuale allievi: Mattia Pinazzi (SC Torrile)

Corsa a punti donne esordienti: Carlotta Cipressi (SC Forlivese)

Velocità a squadre donne allieve: Alessia Patuelli (Re Artù Factory Team), Giada Natali (VO2 Team Pink)

Velocità a squadra allievi: Tommaso Gozzi (GS Codifiume), Simone Mantovani (SC Cotignolese), Simone Molinaro (SC Cotignolese)