Ciclismo amatoriale, passione in sicurezza

“CICLISMO AMATORIALE, PASSIONE IN SICUREZZA”, in programma a Faenza il 28 febbraio.

Definito il programma.

 

Definito il programma per la serata dedicata a “Ciclismo amatoriale, passione in sicurezza”, in programma a Faenza il 28 febbraio, ore 20.15, presso la sala conferenze “G. Dalle Fabbriche”, in via Laghi n. 81.

L’appuntamento voluto dal G.S. Progetti Scorta, in collaborazione con l’ ASCD Avis Faenza, il G.C. Fausto Coppi, con l’adesione dei Comitati Provinciali FCI, ACSI e il Comitato Territoriale UISP.

I relatori saranno:

Silvano Antonelli (Presidente G.S. Progetti Scorta, Direttore di Corsa Professionisti)

La sicurezza nelle Gran Fondo e Cicloturistiche: autorizzazioni, ordinanze, misure protettive, facoltà e obblighi dei ciclisti partecipanti.

Raffaele Babini (Vice Direttore del Giro d’Italia)

La sicurezza vista attraverso la casistica.

Dott.ssa Caterina Luperto (Comandante della Sezione Polizia Stradale diRavenna)

La bici, il ciclismo sportivo e gli allenamenti, secondo il Codice della Strada

Parteciperanno al dibattito:

Spada Alessandro

Presidente del G.C. Fausto Coppi, organizzatore della “Nove Colli”

Prof. ssa Maria Letizia Dall’Osso

Presidente dell’ASCD Avis Faenza, organizzatore della G.F. “Le Cime della Romagna”

Giampaolo Scalorbi – Coordinatore regionale ACSI settore ciclismo.

La conduzione dei lavori è affidata a:

Alvaro Vanni

Responsabile eventi dell’ASCD Avis Faenza.

Si tratta di un incontro sperimentale, inedito, per capire come il mondo degli Amatori possa essere coinvolto sulla sicurezza delle manifestazioni alle quali partecipano, costruendo il giusto rapporto fra obblighi degli organizzatori, misure predisposte  e consapevolezza dei ciclisti, i cui comportamenti, in gara e negli allenamenti, offrono più di una qualche perplessità.

«Siamo abituati a svolgere lezioni di sicurezza ai giovani corridori», dice Silvano Antonelli, ideatore dell’incontro,  «speriamo di incontrare altrettanta sensibilità da parte degli adulti e quindi di raccogliere ogni più utile indicazione per dare ai ciclisti e agli organizzatori la serenità che meritano».