67^ Coppa Varignana: combattuta e spettacolare

Da Ufficio Stampa Sergio Dalfiume.

Combattuta e spettacolare la 67° Coppa Varignana, tra le più attese gare ciclistiche per Elite e Under 23 a primavera.  La corsa, denominata anche 65° Coppa Dalfiume dal nome del primo vincitore della corsa, è la seconda gara organizzata dalla società ciclistica Sergio Dalfiume di Osteria Grande nell’ambito della due giorni ciclistica delle colline Castellane, dopo il Memorial Benfenati per Allievi che si è corso due settimane fa. Un grande impegno organizzativo reso possibile dalla passione dei volontari e dal costante supporto degli sponsor.
 
LA CRONACA – La Coppa Varignana che si è corsa oggi, domenica 13 maggio, si sviluppa sul classico percorso di 138,8 km: dopo il via dal Bocciodromo di Osteria Grande, tre giri del circuito pianeggiante a Castel San Pietro, poi l’impegnativo e spettacolare circuito finale di Varignana.
Al via ben 189 corridori, in rappresentanza di più di 35 società sportive provenienti da 10 Regioni italiane.
La Coppa Varignana 2018 è caratterizzata dal vento: dopo una decina di chilometri nasce subito l’azione decisiva di 18 corridori, promossa dalla Zalf Euromobil Désirée Fior che porta via la fuga con un ventaglio sugli Stradelli Guelfi e inserisce quattro unità nel gruppetto.
 
I fuggitivi sono: Soltasiuk (Cremonese Guerciotti), Allori (Big Hunter Beltrami), Vecchiato e Pellizzer (Work Service Videa), Bonechi e Del Carlo (Team Cervelo), Brugna e Riva (Namedsport), Begnoni e Marengo (Viris Vigevano), Benvenuti (Gc Sissio Team), Meucci (Sestese Etruria), Abenante, Battistella, Pietrobon e Milani (Zalf Euromobil Désirée Fior), Kumar e Lenzi (Fortebraccio da Montone).
 
I corridori guadagnano un vantaggio massimo di 3 minuti nel primo circuito pianeggiante a Castel San Pietro Terme; vantaggio che scende a 1’20” all’imbocco del circuito finale di Varignana. Ad ogni giro, la salita che porta a Varignana provoca un po’ di selezione nel gruppo di testa, fino a quando restano solo in quattro: Battistella, Milani, Marengo e Pietrobon. Quando quest’ultimo si stacca, resta un terzetto con Marengo nella morsa della coppia Zalf: Milani ad attendere l’eventuale soluzione allo sprint, Battistella a tentare più volte l’azione personale, fino a riuscire nell’intento.
Per Samuele Battistella, veneto classe 1998, è il secondo successo stagionale dopo la Coppa Fiera di Mercatale. Umberto Marengo (Viris) conclude con un ottimo e meritato secondo posto; terza piazza per Gianluca Milani, in maglia tricolore di campione italiano Elite.
 
Buone prestazioni da segnalare anche per gli emiliano-romagnoli in gara: Marco Lenzi (Fortebraccio da Montone) era nella fuga di 18 corridori e si è messo in luce con qualche traguardo volante, mentre i due giovani in maglia CT Friuli, Giovanni Aleotti (7°) e Jacopo Cavicchioli (9°), si piazzano tra i primi dieci nell’ordine d’arrivo.
 
Ordine d’arrivo:
1. Samuele Battistella (Zalf Euromobil Désirée Fior) 138,8 km in 3h11’47” alla media di 43,424 km/h
2. Umberto Marengo (Viris Vigevano) a 25”
3. Gianluca Milani (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 29”
4. Claudio Longhitano (Gragnano Sporting Club) a 48”
5. Michael Delle Foglie (Team Cervelo)
6. Filippo Fiorelli (Gragnano Sporting Club) a 1’08”
7. Giovanni Aleotti (CT Friuli) a 1’15”
8. Simone Zandomeneghi (Iseo Serrature Rime) a 1’20”
9. Jacopo Cavicchioli (CT Friuli) a 1’25”
10. Nicholas Rinaldi (Team Cervelo)