Bologna Cycling festival 2019

Di Gianpaolo Balotta

Le Società Bolognesi in vetrina

nel Bologna Cycling Festival 2019

 

Il Bologna Cycling Festival è tornato qui, per la seconda volta, nella capiente struttura di Anzola dell’Emilia, ed anche questa volta si è avuto il tutto esaurito. Un appuntamento che piace.

Nel territorio Bolognese sono attivi 35 sodalizi affiliati alla Federazione Ciclistica Italiana che si occupano, oltre all’organizzazione delle gare, dell’attività agonistica su strada, su pista e fuoristrada. Per quanto riguarda la categoria giovanissimi anche l’attività promozionale e i primi a salire sul palco sono proprio i vincitori dei meeting provinciali e del Memorial Paolo Benfenati. Speaker Cesare Natali, la sfilata di una trentina di giovanissimi femmine e maschi. Per chi osserva tra il pubblico, una sfilata di colori delle maglie sociali, ma per quei mini ciclisti una emozionante gratificazione per il loro impegno, un importante riconoscimento alle loro prime pedalate.

A seguire la premiazione dei Campioni Provinciali esordienti; per la strada il tredicenne Cristian Rotundo (U.S. Calcara) il quattordicenne Jeff Alan Shuyinta (Sport Reno Team) e la Donna esordiente Annaluna Kajamini (Mac Team Tonino Lamborghini). Salgono poi sul palco gli allievi Riccardo Sofia (U.S. Calcara), Florian Kajamini (S.C. San Lazzaro) e la donna allieva Giorgia Corradi (U.S. Calcara). Per il ciclocross l’esordiente Riccardo Gruppi e l’allievo primo anno Federico Paganelli (Mac Team Tonino Lamborghini) ed il secondo anno Riccardo Sgarzi (S.C. Ceretolese). Tocca poi agli juniores Andrea Gallo, Davide Dapporto e Davide Pinardi tutti della S.C. Italia Nuova.

Orgoglio del Comitato Provinciale, organizzatore della festa (Stefano Marabini presidente dal 2005 Matteo Baldassarri, Mirco Grossi, Fabio Sgarzi e Simona Valentini), la Bologna Cycling Cup Esordienti e la Bologna Cycling Cup Allievi nelle specialità Sprinter e Runner. Il presidente Marabini ha detto numeri in crescita sia dei corridori che dei tecnici, ma anche della scarsa considerazione del Comitato Regionale per l’impegno profuso nella valorizzazione mediatica delle tante capacità organizzative delle corse, per l’assegnazione delle maglie speciali e della riproduzione in bronzo della statua del Nettuno, “il Gigante di Bologna”, iniziative queste che saranno riproposte anche quest’anno con la novità della Bologna Hero Cup per Allievi, per l’assegnazione della quale saranno programmate tre nuove corse su strada con, inseriti nei percorsi, tratti di “strade bianche”; la prima organizzata da un sodalizio fuoristrada MTB Savigno, la seconda dalla Nuova Placci 2013 di Mordano e la terza dalla U.S. Calcara.

Tornando alla cronaca della giornata, vincitori della Bologna Cycling Cup Esordienti, in quattro prove, due atleti della Fortebraccio da Montone di Perugia, il tredicenne Tommaso Brunori ed il quattordicenne Valentino Romolini. Per la Bologna Sprinter Cup Allievi il quindicenne Sergio Rotundo ed il sedicenne Riccardo Sofia, entrambi della U.S. Calcara. La Bologna Runner Cup, quattro prove con salite, il quindicenne Luca Varroni (Team Paletti) ed il sedicenne Mattia Casadei (Pol. Fiumicinese). Premiazioni dalle mani del Sindaco di Anzola dell’Emilia Gianpietro Veronesi, un amministratore che ci crede e che considera il ciclismo uno sport nobile, dal delegato CONI Point Stefano Galetti e dal componente della segreteria CONI regionale Francesco Brighenti.

Grande la soddisfazione espressa per l’ottima riuscita dell’ennesima organizzazione della Cronoscalata Bologna San Luca, Memorial Giovanni Paolini. Una competizione in salita con partenza da Piazza della Pace e che il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, in sede di presentazione, ha definito “un evento di cui andare orgogliosi che racchiude un fascino tutto suo; un fascino che gli ha permesso di entrare nella storia del ciclismo, grazie anche alla peculiarità di essere la corsa più corta del mondo”. Impeccabile organizzazione unitaria della S.C. Ceretolese e di altri 12 sodalizi bolognesi. Un pomeriggio intenso; 158 partecipanti provenienti da tutta Italia, allievi, juniores, under23, Elite, amatori; uomini e donne; 15 maglie di categoria assegnate. Miglior tempo dell’U23 Edoardo Faresin della Zalf Desireè Fior di Treviso.

Quest’anno la manifestazione sarà anticipata dalla tappa di esordio del 102° Giro d’Italia Professionisti la cui prima tappa, la Cronoscalata Bologna san Luca, partirà da Piazza Maggiore per salire il Colle della Guardia costeggiando il più lungo portico del Mondo.

Conclusione delle due ore del Gran Galà con la presentazione delle squadre 2019, una seconda sfilata di colori. Passerella finale per l’unica squadra bolognese Under 23, dieci atleti emiliani di cui la metà bolognesi vestiranno i colori della Hicari Cablotech Biotraining Team del presidente Matteo Pesci.